Crea sito

ARTICO E ANTARTICO

ARTICO E ANTARTICO
Spread the love

’Antartide, a differenza dell’Artide, è un continente di 14 milioni di chilometri quadrati, il quarto in ordine di grandezza dopo l’America. Le terre emerse sono schiacciate dal peso di una calotta glaciale spessa circa 1600 metri, sotto questa enorme massa di ghiaccio si estende un continente roccioso. Il continente è diviso da nord a sud dai monti transartantici, solo il 5% del volume del continente è composto da roccia, il restante 95% è un’enorme massa di ghiaccio.

Rispetto ai territori artici, quelli dell’antartide sono stati scoperti solo all’inizio del XIX secolo, nel corso dei secoli tuttavia molti geografi avevano ipotizzato l’esistenza di un continente australe, restando tuttavia una ipotesi questa terra fu definita come  “incognita” Con le prime esplorazioni geografiche del XV e XVI secolo i temerari che si erano spinti fino all’america del sud avevano indicato come “terra australis” tutto ciò che si trovava a sud di capo Horn (Argentina).

Passò alla storia la conquista del polo sud, ovvero il viaggio fino al polo sud geografico. Si disputarono nell’impresa due esploratori celebri, Amundsen(Norvegia) e Scott(Gran Bretagna) che raggiunsero la loro meta rispettivamente il 14 Dicembre 1911 e il 17 Gennaio 1912, trovando quest’ultimo la morte nel viaggio di ritorno.

CURIOSITA’

 

Se l’Antartide non fosse stato coperto dalla calotta glaciale, avrebbe avuto fiumi, ed estuari. Il fiume, o meglio, il ghiacciaio Whillans, attivo e in movimento, sfocia sulla Barriera di Ross, alimentandola con nuovo ghiaccio. Sebbene il Polo Sud sia un continente, infatti, la Terra di Ross è costituita da una piattaforma ghiacciata che galleggia sull’acqua. Lo spessore della banchisa si assottiglia sempre di più allontanandosi dalla terraferma ma, in prossimità della costa, il ghiaccio tocca il fondale marino. Questa zona di transizione tra un fiume (e una terra) ghiacciati e un mare ghiacciato forma un ecosistema ancora molto poco conosciuto, e studiarlo è

la finalità di WISSARD. Il fulcro è esplorare una zona, chiamata in inglese “grounding zone”, che è fondamentalmente la spiaggia dove il ghiacciaio (spesso circa 800 metri in quel punto) passa dalla terraferma al mare.

ARTIDE

 

Il clima è caratterizzato da lunghi inverni freddi e brevi estati fresche. Esistono una varietà di climi all’interno della regione, che si mantiene ai margini della zona interessata dalle radiazioni solari sia in inverno che in estate.

Alcune zone dell’Artico sono coperte da ghiacciai per tutto l’arco dell’anno, il resto della regione è comunque caratterizzato dalla presenza di qualche cava di ghiaccio per periodi considerevolmente lunghi.

Le temperature nel periodo invernale possono scendere sotto i −58 °C per alcune zone, mentre nel periodo estivo oscillano dai −10 ai 10 °C .

Essendo l’Artico sostanzialmente un oceano circondato da terre, il clima è mitigato dall’acqua che non ha mai una temperatura inferiore a −2 °C. In inverno la presenza dell’acqua mantiene il clima rigido seppure più mite rispetto a quello dell’Antartide. Questa è sostanzialmente la ragione per cui il clima dell’Antartide è ben più rigido dell’Artico. Nella stagione estiva il mare contribuisce invece a mantenere le zone costiere più calde rispetto all’entroterra, così come avviene per le regioni temperate con clima marittimo.

 

DIFFERENZE

Il Polo Nord ha un ciclo di scioglimento dei ghiacciai: durante la stagione estiva, circa la metà dei blocchi di ghiaccio si sciolgono per via dell’aumento della temperatura, salvo poi riformarsi e tornare alle dimensioni originali quando il termometro torna nuovamente sotto lo zero.

Al Polo Sud, invece, non si verifica lo stesso ciclo di scioglimento: infatti i ghiacciai mantengono sempre le stesse forme e dimensioni nell’arco dell’anno.

 

FONTE WEB